Home / Attività / 
Protocollo Corecom-RAI: dal 2019 i Programmi dell’accesso vetrina della società pugliese
07/11/2018
Diritto di accesso

Tornano i Programmi dell’accesso sulle reti del servizio pubblico radiotelevisivo. Corecom Puglia e RAI ridanno vita in Puglia alla programmazione di trasmissioni “propositive”, autogestite da soggetti portatori di interessi sociali e culturali. “Dal nuovo anno verrà ripristinata un’opportunità sottovalutata già da un po’ di anni: diventeranno una vetrina della società pugliese”, ha dichiarato il presidente del Consiglio regionale pugliese Mario Loizzo, in occasione della firma del protocollo d’intesa tra la presidente del Comitato regionale per le comunicazioni Lorena Saracino e il direttore della sede Rai Giovanni Di Giuseppe.
“Grazie alla collaborazione tra il nostro Corecom e l’azienda”, ha detto ancora Loizzo, numerosi soggetti della società civile avranno tre minuti ciascuno, in una trasmissione in onda dalle 7,30 alle 8 del mattino, per avanzare proposte, illustrarsi, esprimere opinioni e suggerimenti.
Saranno spazi autogestiti per presentarsi, non potranno essere usati per aggredire, provocare, mostrare loghi e prodotti. L’iniziativa Corecom, accolta dalla RAI, metterà a disposizione “finalmente e soprattutto gratuitamente - ha fatto presente Lorena Saracino - 90 secondi per raccontarsi, proporre se stessi e la propria attività, in una prospettiva di pluralismo sociale e di accrescimento culturale”.
Su domanda, potranno partecipare soggetti collettivi organizzati: partiti, gruppi parlamentari, associazioni delle autonomie locali, sindacati nazionali, confessioni religiose, movimenti politici, enti, associazioni culturali, associazioni nazionali giuridicamente riconosciute del movimento cooperativo, gruppi etnici e linguistici e gruppi di rilevante interesse sociale.
Dal 13 novembre i modelli di domanda d’accesso potranno essere scaricati dal sito rinnovato del Comitato http://corecom.consiglio.puglia.it/ e corredati da audiovisivi autoprodotti degli interi tre minuti o da contributi audiovideo parziali.
Il direttore della sede RAI di Bari ha ricordato la storia dei programmi dell’accesso. Sono nati sulla base della legge di riforma dell’ente nel 1975, la programmazione è stata avviata nel 1978 ed è andata avanti raggiungendo 2 milioni di ascoltatori, prima di esaurirsi.
Molto opportuno ripristinare le trasmissioni, perché interpretano al meglio lo spirito del servizio pubblico, ha osservato Di Giuseppe, anche se il format va rivisto e aggiornato. L’informazione è stata intanto velocizzata dai social media e da nuovi strumenti informatici e necessariamente “la comunicazione di questi soggetti dovrà ripartire dall’accesso per diventare un modo di raccontarsi sulle altre piattaforme”.
L’avvio delle trasmissioni è previsto per le prime settimane di gennaio 2019. Il Corecom è impegnato a cercare in prospettiva di affinare il format comunicativo, ad esempio con giornalisti conduttori. Lavori in corso per rendere i Programmi dell’accesso una vetrina sempre più fedele della Puglia che pensa, che pro.getta, che si attiva, che si impegna per una società migliore.


Rassegna video

Rai 3 - Via libera in puglia ai programmi per l'accesso

Mediareport - Tv, Firma del protocollo Corecom - Rai: ritornano i "Programmi dell'accesso"

TRM Network - Tv, anche in Puglia arrivano i programmi dell’accesso Tv

Polis notizie - Firmato il protocollo Corecom - Rai per le trasmissioni dell'accesso


Rassegna stampa

Top