Home - Aiuto alla navigazione - Crediti - Ubicazione - Consiglio Regionale della Puglia
Funzioni Proprie
Digitale terrestre

Il ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera, ha firmato  i decreti ministeriali che fissano le date per il passaggio alla tv digitale nel 2012 tra cui la Puglia .In attuazione del calendario nazionale,  che prevede la conclusione dello Switch-off in tutta Italia entro i primi sei mesi del prossimo anno. Per la regione Puglia  è stata prevista la seguente tempistica: la provincia di Foggia passerà al digitale dal 7 maggio al 23 maggio, il resto della Puglia  dal 24 maggio al 8 giugno. Per gestire al meglio le fasi di Switch-off il Corecom Puglia attuerà una serie di iniziative, che saranno illustrate nelle prossime settimane, per facilitare il passaggio al digitale che coinvolgeranno  tutti i soggetti protagonisti di questa svolta. Sul sito del Corecom, nei presidi dislocati sul territorio e nelle sedi dei Comuni e uffici pubblici coinvolti  si potranno trovare  i consiglio e i suggerimenti  che  il Corecom Puglia  diffonderà  in formato elettronico per consentire  che l’informazione possa raggiungere tutti i cittadini.

Che cos’è il digitale terrestre

La transizione da analogico a digitale

Televisione analogica e digitale terrestre

Il digitale terrestre per gli utenti

I decoder

Il passaggio al digitale richiede per tutti lì’utilizzo di un decoder . Esso  può essere incorporato nei televisori di nuova generazione o deve essere acquistato da un rivenditore autorizzato per quelli di vecchia generazione . Sul mercato i decoder sono classificati  attraverso i bollini . I bollini vengono rilasciati agli apparecchi delle aziende che hanno firmato un accordo con Dgtvi che prevede una serie di test di qualità in laboratorio. Qui di seguito diamo indicazioni  su come orientarsi.
Il bollino grigio. Si trova sui decoder base: quelli che consentono di vedere tutti i programmi gratuiti. Sia quelli della vecchia televisione analogica sia quelli nati dopo l'avvento del digitale. Sono dotati della guida elettronica dei programmi, ordinamento automatico dei canali e aggiornamento del software. La soluzione ideale per chi vuole spendere poco e non ha l'esigenza di abbonarsi alle partite di calcio o al cinema.
Il bollino bianco. Si trova solo sui televisori con decoder integrato. Il bollino bianco certifica un televisore in grado di mostrare sia i canali gratuiti sia i canali a pagamento.
Il bollino blu. Si trova sia sui decoder che sui televisori con set-top-box integrato. Indicano al consumatore che quell'apparecchio è in grado di ricevere sia i programmi gratuiti, sia quelli a pagamento , sia i servizi interattivi. Si tratta di servizi in realtà ancora poco sviluppati: votare ai sondaggi, partecipare ai quiz, o la possibilità (a lungo termine) di comunicare con le amministrazioni o le banche. I decoder con bollino blu sono quindi dotati di un modem che, connesso alla linea telefonica, consente all'utente di “dialogare” con il televisore.
Il bollino silver. È il primo bollino pensato per l'Hd, l'alta definizione del digitale terrestre. Trasmette i canali in chiaro e i canali a pagamento .
Il bollino gold. Come suggerisce il colore oro, attualmente questo bollino identifica la fascia più alta dei decoder o dei televisori con decoder integrato. Oltre a mostrare i canali in chiaro e quelli a pagamento, supporta sia l'alta definizione che i servizi interattivi di nuova generazione, grazie al modem integrato.
Altri decoder
Naturalmente, sul mercato esistono tanti altri decoder senza alcun bollino, spesso un po' più economici anche se – talvolta – meno affidabili. Questo vale soprattutto per quelli di fascia medio-bassa, cioè l'equivalente dei bollino grigio e bianco. Ci sono però altri decoder di fascia alta non dotati di bollino. È il caso degli apparecchi dotati di doppio ricevitore digitale terrestre e satellitare, l'ideale per chi vuole usufruire delle due piattaforme senza però riempire il salotto di set-top-box.
Agevolazioni per l’acquisto di un decoder.
Per i cittadini meno abbienti  e per gli anziani il Ministero dello Sviluppo Economico ha previsto delle agevolazioni  sull’acquisto del decoder. Hanno diritto all'agevolazione  gli abbonati della Puglia  alla Tv  di età pari o superiore a 65 anni  e che abbiano dichiarato nel 2011 (redditi 2010) un reddito pari o inferiore a euro 10.000. Per usufruire dell'agevolazione basterà recarsi in un negozio che ha aderito all'iniziativa ed essere pronti a fornire gli estremi del proprio abbonamento TV per l'anno in corso, di un documento di riconoscimento e del proprio codice fiscale. Il negoziante applicherà immediatamente uno sconto di 50 Euro sul prezzo di vendita su un qualunque modello di decoder accreditato dal Ministero.

La numerazione dei canali

Il digitale terrestre per le emittenti

Il digitale terrestre e le radio